Il DAE (defibrillatore semiautomatico)

Il DAE (defibrillatore semiautomatico) È un apparecchio “intelligente” che riconosce la fibrillazione ventricolare e con uno shock elettrico la interrompe. È di semplice impiego ed è utilizzabile da chiunque abbia seguito un corso di poche ore. Il soccorritore deve solo applicare sul torace della persona in arresto cardiaco una coppia di placche adesive (collegate al defibrillatore), accendere il defibrillatore e seguire le sue indicazioni vocali.

Questi apparecchi sono in grado di eseguire diagnosi di aritmie potenzialmente mortali e sono caratterizzati da elevatissimi livelli di specificità e sensibilità.

È grazie all’avvento dei defibrillatori semiautomatici che è stato possibile estendere la defibrillazione anche ai laici, perché l’assoluta precisione della macchina esonera l’operatore dall’onere della diagnosi. La defibrillazione precoce rappresenta dunque l’anello cruciale della catena della sopravvivenza sul territorio, ed è talmente irrinunciabile da aver portato alla diffusione dei defibrillatori semiautomatici.

Tutti gli studi dimostrano che i defibrillatori semiautomatici, ovunque siano stati utilizzati nell’ambito di appositi programmi di emergenza, hanno sempre portato ad un significativo incremento delle percentuali di sopravvivenza.